sabato, febbraio 11, 2006

Le 3 tv dell'imprenditore sceso in politica

E' giusto, secondo voi, che un imprenditore padrone di 3 emittenti televisive, usi il suo strapotere mediatico per pubblicizzare il partito da lui stesso fondato? A me, sinceramente è indifferente: tutto ciò che non è vietato è concesso, quindi, se è chiaro a tutti chi è il padrone, so di dover giudicare ciò che sento con un maggior senso critico. Capisco però, che per qualcuno, il vantaggio di avere 3 televisioni sia qualcosa di inaccettabile, addirittura di sleale, sono i soliti noti dell'uguaglianza imposta, dell'anticompetitivismo, insomma gli illiberali. Non condivido la loro visione del mondo, ma posso capirla.
Avete sicuramente intuito che l'imprenditore in questione risponde al nome di...Giorgio Panto, fondatore di Progetto Nordest. (Nella foto: Panto nella sua posa preferita fa bella mostra di sè lungo la s.s. 13)

Antenna 3 Nord Est, Telenordest e Telealto Veneto formano il polo di televisioni locali più importante (se escludiamo 7 Gold) del triveneto e sono tutte di Giorgio Panto.
Il Panto-pensiero è relativamente semplice: cari veneti, la Lega Nord ci ha tradito, si è piegata a Berlusconi e la devolution è la presa in giro finale, votatemi e vi condurrò (non è ben chiaro come) verso l'autonomia e il federalismo fiscale grazie ad una macroregione formata da 13 provincie autonome (Veneto, Trentino-A.A. e Friuli-V.G.). Un unico obiettivo: gli elettori delusi dalla Lega. Le trasmissioni propagandistiche sono innumerevoli: nei tg provinciali, molto seguiti soprattutto dagli anziani, non manca mai il servizio sull'ultima iniziativa di Progetto Nordest mentre nei numerosi programmi di approfondimento politico come: La Piazza, Signori & Signore, Pronto chi parla, Promesse & Fatti, l'esponente pantista è immancabile. E come se non bastasse, quando meno tel'aspetti, accompagnato da un imponente inno lirico "insieme per non aver confini, per ncostuiree, per dare di-gnitaaaaaà" ecco il proclama del Leader che lancia i suoi anatemi contro i leghisti incapaci di liberarsi dalle "catene di Milano che oggi pesano ancor più di quelle di Roma".
Ignorato dalla stampa, solo grazie alle sue tv, Progetto Nordest porta a casa il 6% alle ultime regionali dove elegge ben 2 consiglieri. In provincia di Treviso, dove Antenna 3 è la prima emittente locale, conquista addirittura il 18% delle preferenze. (E la cosa incredibile è che la Lega ha incrementato il suo successo elettorale in ogni parte del Veneto).
E la sinistra col suo mito della par condicio avrà gridato "Al duce! Al duce!"? No. Per la serie "son tutti finocchi col culo degli altri" ha ostentato liberalismo e si è limitata a partecipare alle trasmissioni di Antenna 3 e Telenordest guardandosi bene dal criticare la "linea editoriale". "Vabbe' par condicio, ma quando sottraggono un 6% di voti ai tuoi avversari come fai a criticarli...?".
Per la cronaca: alle prossime politiche l'obiettivo di Panto è eleggere almeno un senatore, probabilmente se stesso. Missione ardua ma non impossibile, l'8% non è poi così lontano.

Doverosi complimenti a:
La Lega Nord trevigiana che è riuscita ad incrementare i suoi consensi nonostante Pne e, cosa ancor più importante, non ha avuto mai un comportamento vittimistico nei confronti di Panto. La sinistra avrebbe molto da imparare a riguardo.
Cristina Catarinicchia: la giornalista di Telenordest merita un programma sulle reti nazionali. Competente, spigliata, brillante e...bella. Come minimo meriterebbe di sostituire Anna La Rosa ad Alice. Come minimo.

P.S.: Avete notato che Giorgio Panto è uguale al Dottor Frattale, il "consulente in gestione risorsa uomo" impersonato da Walter Fontana a Mai dire Gol nel lontano 1997? Voglio una volvo, voglio una volvo...arghh....

Approfondimenti: Audio Dottor Frattale

(la foto di Panto e' concessa al pubblico dominio da AtrocePensiero)

2 commenti:

Fabio ha detto...

Complimenti per questo articolo su Panto. Se vuoi o volete maggiori info sulle dimensioni della campagna pubblicitaria di Panto e Pne, chiedete pure a Bollebot del forum di www.fabiogava.com
Il caro bollebot sta girando tutto il triveneto con i furgoni targati "Dignita'"!

Federico ha detto...

Quello che riporti è un vero e proprio scandalo. è la dimostrazione che la par condicio è una legge non funzionale. Un esempio da manuale direi: ci sono persone che s'infomarno esclusivamente attraverso il media TV e se hai una presenza sul territorio ai limiti del monopolio puoi parlare direttamente ai tuoi elettori senza rischiare il confronto. Mi sembrerebbe francamente incredibile!

Condividi questo post con i tuoi amici!