venerdì, marzo 31, 2006

I manifesti che avrei voluto vedere

Martino, Pisanu, Lunardi, Stanca, sono Ministri che hanno lavorato tanto e bene, come mai era avvenuto nella storia della Repubblica Italiana. Personalmente avrei centrato la campagna elettorale su queste persone che incarnano al meglio la "politica del fare" e che ci ricordano perche' si possa votare per un partito che presenta personaggi come Bondi, Schifani e Cicchitto...
Purtroppo si è preferito un altro tipo di campagna pubblicitaria e quello che vedete qui sopra è solo un fotomontaggio prodotto dalla redazione di AtrocePensiero (che sono io).

giovedì, marzo 30, 2006

Un alfabeto di ragioni...(I-N)

...per cui sceglierò il centrodestra alle prossime elezioni!
(A-D) (E-H)

I come Inps: Per la prima volta in 40 anni l'Inps ha chiuso il bilancio in attivo.
L come Legittima Difesa: La sinistra tutta promette di cancellare la legge che, finalmente, mette fine a scandalose sentenze che vedevano l'aggredito essere punito più dell'aggressore.
M come Mastella: Dimostrazione vivente che la fedina penale pulita non è una patente di onestà.
N come No-Global: Caruso, leader dei centri sociali napoletani è candidato con Rifondazione Comunista.

(O-R)

Pubblicate anche voi il vostro alfabeto di ragioni e vi linkerò con piacere!
Hanno gia' aderito: Mid class, Fabio Gava, Blog Politik,

mercoledì, marzo 29, 2006

Ciao Bepin, folle Serenissimo

Bepin Segato
è morto. Il carcere lo aveva minato psicologicamente e fisicamente e lui non si era più ripreso. E' spirato a 51 anni, solo, nella sua cucina, davanti alla tv. Come tutti i pericolosi terroristi attentatori all'unità nazionale...
Bepin, grande studioso della storia della Serenissima Repubblica, era stato l'ideatore di quel famoso ""assalto"" al campanile di S. Marco del maggio 1997, 200 anni esatti dopo l'inizio dell'occupazione napoleonica. Dove ""assalto"" va necessariamente messo tra doppie virgolette visto che si sta parlando di un campanile. Un campanile non si assalta, semplicemente lo si sale: si apre la porticina e si salgono gli scalini fino in cima, dove, se proprio si vuole fare gli eversivi fino in fondo, si possono pure suonare le campane. In uno stato normale, dotato di senso del ridicolo, si sarebbe ironizzato sull'iniziativa dell'A-Team del Brenta. Nell'Italia di Oscar Luigi Scalfaro no. Si parlò di attentato all'unità nazionale, di pericolosi eversivi, si perse totalmente il senso della misura (Fini: sostenere che sono simpatiche canaglie dimostra che manca il sentimento nazionale e Follini: quella che appare una farsa potrebbe diventare una tragedia).
Ovviamente, la giustizia italiana non volle essere da meno: processo per direttissima (perche con tutti i campanili che ci sono, questi qui sono veramente dei personaggi pericolosissimi!), formalizzate le accuse di attentato all'unità nazionale, interruzione di pubblico servizio (avevano osato coprire il segnale audio di una frequenza Rai con i loro proclami) e banda armata. Le condanne giunsero puntualissime e variavano dai 3 ai 6 anni e mezzo (poi ridotte in patteggiamento). E finalmente l'Italia poteva proclamare "il nemico dello stato è vinto!". Senza pudore. Io non mi vanterei di vivere in uno stato la cui unità nazionale è messa in pericolo da 8 personaggi a bordo di un trattore blindato in stile P.E. Baracus. Gli unici eversivi al mondo che si erano presi il giorno di ferie per andare a fare la rivoluzione. Gli unici terroristi che sequestrano un traghetto perchè "dovevamo fare anche la barchetta, ma abbiamo finito i soldi", però obliterano il biglietto prima di intimare al conducente, armati di un solo fucile della seconda guerra mondiale, di lasciar loro i comandi. Gli unici rivoluzionari che invece di occupare una sede istituzionale salgono su un campanile in mezzo ad una laguna.

Bepin credeva che fosse ora di risvegliare il sentimento autonomista del Veneto. Ma non era questa la sua follia.
Bepin, tu eri un folle perchè i rivoluzionari savi non si fanno beccare. Se nascondevi i tuoi uomini all'interno di qualche manifestazione pubblica e li mandavi a volto coperto a rovesciare cassonetti, incendiare auto, spaccare vetrine e insozzare qualche edificio pubblico con la scritta "Veneto libero" non vi avrebbero mai beccato. E se proprio beccavano qualcuno di voi, si esibiva qualche livido da manganello come prova inequivocabile delle violenze di una polizia fascista sempre avvezza a caricare pacifici manifestanti. Volendo avresti potuto piazzare bombe in edifici pubblici e rivendicarle con dei volantini per decine d'anni senza mai essere beccato.
Invece, hai preferito mandare il commando "poenta & merlot" a issare il vessillo di San Marco sul campanile per poi lasciarsi consegnare alle forze dell'ordine. Neanche un ferito. Neanche una vetrina spaccata.
Folle, folle, folle. Dovevi sapere che più uno stato è debole e più si diverte a infierire con chi è già a terra. E l'Italia è uno stato molto debole.
Bepin, tu e i tuoi compari, avete fatto un'enorme idiozia, ma avete pagato duramente.

La bandiera di San Marco in questo blog, questa settimana, sventolerà per te.

Ciao Bepin, folle Serenissimo.

Approfondimenti:
La Padania
Il Giornale
Corriere.it
Gazzettino
Liberta.it

Foto da: www.raixevenete.net

lunedì, marzo 27, 2006

Un alfabeto di ragioni...(E-H)

...per cui sceglierò il centrodestra alle prossime elezioni!
(A-D)

E come Estremisti: La "sinistra radicale" ha un peso all'interno dell'Unione superiore al 20%. Deteniamo ancora il triste primato del partito comunista più grande del mondo libero.
F come Frammentazione: Come può governare una coalizione che per prendere una qualsiasi decisione deve interpellare come minimo 10 diversi leader?
G come Grecia: A quelli che "Prodi è riuscito a portare l'Italia nell'Euro" vorrei far notare che non mi sembra poi tutto questo successone, a parte il fatto che inventarsi la Eurotassa non mi pare un gran colpo di genio, ma soprattutto: anche la Grecia è nell'Euro, uno dei rari stati che ha un rapporto debito/Pil più alto del nostro e non mi sembra che sia questa grande potenza economica...
H come How?: Cioè "Come?". La sinistra ha passato 5 anni a raccontare di come questo governo ha mandato in fallimento l'Italia, senza mai dire dove ha sbagliato e COME bisognava governare. Non ci è dato di sapere nemmeno COME governerebbero. Ah, sì...una cosa c'è: "il governo doveva controllare che i commercianti non aumentassero i prezzi". Ah, beh...allora...

(I-N)

Pubblicate anche voi il vostro alfabeto di ragioni e vi linkerò con piacere!
Hanno gia' aderito: Mid class, Fabio Gava

giovedì, marzo 23, 2006

Trova il condannato!

Mi scuso se sono un po' ripetitivo, ma quando c'è qualcuno che vuole fare Dio ed evidentemente non ne ha i requisiti ritengo giusto farglielo notare.
Beppe Grillo aveva promesso che ci indicava chi dovevamo votare ed ecco che arriva l'elenco scalfito sulla pietra:

Oggi pubblico l’elenco dei partiti senza condannati in via definitiva in lista, la mia indicazione di voto per avere almeno la speranza di un Parlamento Pulito e che riporterò su questo blog in un box da diffondere nel web.I candidati sono molti ed è possibile un errore da parte mia, in tal caso segnalatemelo.
- Italia dei Valori – Lista Di Pietro :
www.antoniodipietro.it
- La Rosa nel Pugno : www.rosanelpugno.it
- Partito dei Comunisti Italiani : www.comunisti-italiani.it
- Partito Rifondazione Comunista : www.rifondazione.it
- Verdi : www.verdi.it

Intanto, cominciamo col togliere La Rosa nel Pugno:
27 agosto 1995
Roma, Porta Portese (1° troncone)
Imputato: Marco Pannella
13/06/01: condannato definitivamente in Cassazione a 8 mesi di libertà vigilata o, in alternativa, 4 mesi di reclusione. Pena eseguita.

Informazione trovata sul sito dei Radicali nella pagina dedicata alle "disobbedienze civili". Marco Pannella, (Pannella, non uno qualsiasi, caro Beppe!) è stato condannato in via definitiva per essersi fumato una canna in piazza. Questo secondo il Grillopensiero è un buon motivo per non votare la Rosa nel Pugno.
Cominciamo a capire l'idiozia di tale criterio, o sono sempre io che sono amico dei mafiosi?
Rimangono ancora 4 partiti...forza ragazzi è partita la caccia al condannato! Sotto a spulciare i candidati!

La zappa sui piedi

Sempre per la serie curiosi AdSense su AtrocePensiero, segnalo una perla del sito dei "Verdi per la pace, l'ambiente i diritti e tutte-le-cose-belle-di-questo-mondo": i furboni di Pecoraro Scanio hanno pensato bene di farsi pubblicità in questo blog e fin qui niente di nuovo. La suddetta perla è il sondaggio che i Verdi hanno proposto ai loro visitatori ai quali viene chiesto di esprimersi sulla Lega Nord con la seguente domanda:

Dicono i Verdi: la Lega Nord rappresenta un pericolo per l'Italia. Secondo voi:

Alquanto singolare il fatto che la domanda di un sondaggio contenga pure la risposta "giusta", ma non è questa la cosa divertente. La cosa divertente è l'esito del sondaggio...

Se non ci fossero i leghisti bisognerebbe inventarli 48.49 %
Certi partiti non dovrebbero andare al governo 45.10 %
Berlusconi dovrebbe controllare meglio i suoi alleati 6.41 %

mercoledì, marzo 22, 2006

Un alfabeto di ragioni... (A-D)

...per cui sceglierò il centrodestra alle prossime elezioni!

A come America: Berlusconi applaudito da TUTTO il Congresso, sia democratici che repubblicani, non può lasciarci indifferenti.
B come Babbeo: Come definire altrimenti un uomo adulto che crede (o finge di credere) alle sedute spiritiche?
C come Cgil: Il reparto pubbliche relazioni dei Ds, espressione di tutto ciò che NON è libero mercato.
D come Devolution: Uno stato meno centralista grazie ad una storica riforma costituzionale che tra le altre cose prevede la fine del ping-pong delle leggi tra Camera e Senato e la diminuzione del numero di parlamentari.

(E-H) (I-N)

Pubblicate anche voi il vostro alfabeto di ragioni e vi linkerò con piacere!
Hanno gia' aderito: Mid class, Fabio Gava

martedì, marzo 21, 2006

Cartomanti, Grilli e spot

E' bello notare che non appena critico qualcosa in un mio post, questo qualcosa appare magicamente nella colonna a destra dedicata alla pubblicità. Ho parlato di Beppe Grillo ed è subito apparso il link per comprare i biglietti per lo spettacolo di BeppeGrillo. Mi sono scagliato contro l'idiozia di chi crede a fattucchiere, maghi, chiromanti, lettura della mano, tarocchi, zodiaco, lettura di fondi di caffè, oroscopi, quadri astrali e, perchè no, l'interpretazione della forma delle feci, insomma tutto ciò che è superstizione. Ed ecco in un lampo apparire l'annuncio di qualche chiaro-veggente. Questo sistema mi piace tantissimo! Sapere che questi siti si fanno pubblicità proprio dove vengono sbeffeggiati è proprio divertente (nonchè remunerativo).

venerdì, marzo 17, 2006

Io vi odio

Vergogna! Nessun rispetto neanche quando c'e' di mezzo la vita di un bambino. Non trovo parole per definire la vicenda della "medium" che ha "sentito" la presenza del piccolo Tommaso nel fiume Megra. Se fossi capace di indignarmi forse potrei trovare le parole adeguate. Ma non lo sono. Se una cosa mi fa schifo, non riesco a mantenere un distacco, semplicemente m'incazzo. E non risparmio critiche ai colpevoli di turno. In questo caso a meritarsi tutto il mio disprezzo sono nell'ordine:
  1. Quella stronza della sedicente sensitiva che ha approfittato di un evento cosi' tragico per guadagnarsi il suo spazio pubblicitario.
  2. Tutte le altre stronze che continuano a blaterare idiozie approfittando del can can mediatico.
  3. I magistrati che hanno ritenuto attendibili le testimonianze delle stronze ed hanno ordinato ai carabinieri di scandagliare il fiume, ma che dubito prenderanno provvedimenti contro le suddette stronze.
  4. La "grande stampa italiana". Non c'e' un giornale che sia uno che abbia avuto, il coraggio, anzi, la dignita', di chiamare col loro nome questi delinquenti: impostori. Salvo poi divertirsi a sparare a zero su Vanna Marchi! Io l'unica differenza che vedo tra queste 2 stronze e' che Vanna Marchi e' un personaggio impopolare, la "medium del Megra" non ancora.
Per fortuna ci sono ancora persone serie.
Approfitto dell'occasione per augurare i miei migliori auguri di pronta guarigione al grandissimo James Randi, presidente dell'omonima fondazione che si batte contro questi millantatori e che ha appena subito un'operazione chirurgica. Se volete spedirgli un augurio potete indirizzarlo a JREF, 201 SE 12 Street, Fort Lauderdale, FL 33316, USA. Io lo faro'.

P.S.: Ho sognato che c'era un tizio che a suo tempo si diverti' a giocare con le sedute spiritiche mentre c'era di mezzo un morto illustre e questo tizio si candidava ad una carica pubblica importante. Pensate che come motto aveva scelto: "la serieta' al governo". Devo mangiare piu' leggero la sera.

giovedì, marzo 16, 2006

Ovviamente


Ho fatto il test del momento. Nel mio caso, il risultato è decisamente molto fedele (anche se non perfetto). Complimenti davvero ai ragazzi di Openpolis, un lavoro veramente accurato. Molto interessanti anche le schede che riportano la posizione dei singoli partiti.

venerdì, marzo 10, 2006

Porta a Porta: la lite censurata

Come tutti sanno, la circense napoletana che prende il nome di Alessandra Mussolini ieri sera ha approfittato dello studio di Porta a Porta per esibirsi in uno dei suoi storici show pre-elettorali. Nello studio di Vespa e' successo che la nipote di Sofia Loren, punzecchiata da Di Pietro e da Vladimir Luxuria, sia esplosa in una furiosa, quanto melodrammatica, dichiarazione contro il trans: "Meglio fascisti che froci!". Alla scena era presente anche un divertito Roberto Castelli, probabilmente l'unico dei 4 a rendersi conto del livello grottesco a cui era giunta l'ennesima farsa della bionda partenopea.
Quello che non sapete e' che Porta a Porta ha censurato il proseguimento della discussione!
In esclusiva per AtrocePensiero, ecco le battute non mandate in onda:

Mussolini: Meglio fascista che frocio!
Luxuria: Meglio frocio che nipote di un dittatore criminale
Mussolini: Meglio nipote di mio nonno che sostenitore dei terroristi
Luxuria: Meglio hamas di Mastella

...silenzio...

Di Pietro:
E che c'azzecca Mastella?
Vespa: Di Pietro ha ragione, deve citare qualcosa che riguardi l'altro schieramento, su riprovi!
Luxuria: Meglio hamas di...di...di Borghezio e di tutti i leghisti!
Castelli: Meglio leghista che comunista
Luxuria: Meglio comunista che fascista!
Vespa: Gia' detto fascista!
Luxuria: Meglio comunista che...che...stupido e ignorante.
Di Pietro: Oh! Finalmente tocca a me: meglio...

lunedì, marzo 06, 2006

Branko e Bertinotti ispiratori del prodramma?

Sfido chiunque a trovare nelle 281 pagine del programma della sinistra, una sola proposta concreta pericolosa per l'Italia. Anzi, di piu', sfido chiunque a trovare una sola proposta su cui si possa essere ragionevolmente contrari.
Sforzatevi e cercatela. Non la troverete. A dirla tutta non troverete una proposta concreta che sia una. Non mi stupisce. Ma mi domando: per produrre l'edizione 2006 delle profezie di Nostradamus, un voluminoso tomo dalle cui criptiche frasi si puo' estrarre tutto e il contrario di tutto, c'era bisogno de "La fabbrica del programma"? Non bastava Paolo Fox?
Scherzi a parte, nemmeno Fox sarebbe stato in grado di raccontare tante banalita' riuscendo ad apparire fermamente convinto. Ci voleva Branko.

D'altra parte, come diceva il Bertinotti - Guzzanti: il comunismo e' fantasia. Beccatevi il fantastico video ispiratore del Prodramma (qui se non visualizzi):


Se volete confrontare (che fa sempre bene), andate a leggervi il Programma della CdL: 21 pagine di cui 9 di premessa + 12 di effettivo programma, 10 obiettivi chiari e altrettanti modi per conseguirli.
Consiglio non richiesto: confrontate e fate la vostra scelta.
Sono convinto che piu' persone faranno questo confronto e piu' grande sara' la speranza di evitare la Dittatura della Sonnolenza targata Romano Prodi.

giovedì, marzo 02, 2006

Qualche pecorella comincia a pensare e il pastore trema...

Datemi pure del presuntuoso, ma qualche merito lo rivendico.
E' successo qualcosa di strano nel blog più famoso d'Italia.
L'argomento è il "pestaggio" di un marocchino da parte dei carabinieri di Sassuolo. Il debole, emarginato dalla società, senza diritti e gli abusi dei truci giustizieri in divisa. Un canovaccio che un abile agitatore di folle come Grillo sa trasformare in un melodramma al cui epilogo gli spettatori non possono far altro che singhiozzare "Mondo infame e crudele. Ringraziamo il Cielo che ci siano persone come te, Beppe".
Invece, stavolta non va come tutte le altre volte e quelli che Grillo definisce "picchiatori in divisa" ingiustamente protetti da cariche del governo, vengono difesi da una buona parte di commentatori che escono dal gregge per cominciare a camminare eretti.
Ho fatto una breve statististica: nei primi 100 commenti, escludendo i post fuori tema (45) i commentatori concordi con l'accusa di Beppe sono 30, contro i 23 che si schierano dalla parte delle forze dell'ordine e 2 del tipo "i cc hanno esagerato, ma..." (Verifica se dico balle).
Qui il video. Il contesto, che Grillo non ritiene importante citare, è questo:
Idrissi, il marocchino in questione, è un immigrato clandestino. Il giorno prima avrebbe spaccato la vetrata di un ufficio e danneggiato un'ambulanza giunta per soccorrerlo. Ha passato la notte in un pianerottolo di un palazzo e una donna che sostiene di aver ricevuto minacce ha chiamato la polizia. Il poliziotto in borghese giunto sul luogo, constatando la pericolosità dell'individuo chiama i carabinieri. All'arrivo della pattuglia il marocchino, in evidente stato di alterazione, reagisce lanciando sassi sull'auto e minacciando i militari con una bottiglia rotta. Una volta immobilizzato l'uomo si rifiuta di farsi ammanettare dimenandosi e sferrando pugni, uno dei quali regalerà 8 giorni di prognosi ad uno dei carabinieri (Articolo).
Ma torniamo a Beppegrillo.
Il principe del populismo, già dai primi commenti, si rende conto di aver suonato la canzone sbagliata e corre ai ripari. Subito un post sulla crisi degli zuccherifici a rubare il posto d'onore al post del pestaggio (in top solo per 20 ore) e non contento pubblica addirittura il secondo post della giornata spingendo il poco popolare "La verità mi fa male" a metà pagina. Che volpe!

Condividi questo post con i tuoi amici!