lunedì, giugno 05, 2006

Misteri della semantica /2

Napolitano è un post comunista. Più comunista che post, almeno per questioni anagrafiche. PERO' non si può non riconoscere il suo alto profilo istituzionale. - Ah, no? -E' un autorevole rappresentante della politica italiana, come si può negarlo? Come Umberto Eco è un autorevole scrittore, nonchè intellettuale. Enzo Biagi, dalle colonne dell'autorevole Corriere della Sera, esprime solo opinioni di un'innegabile autorevolezza. Dario Fo è un autorevole esponente del teatro e della cultura italiana. Il cinema italiano è per la sua quasi totalità composto da registi autorevoli (pure troppo come avrebbe detto Thomas Prostata per quei bifolchi degli spettatori italiani che i film autorevoli non li guarderebbero neanche con la maxi confezione di popcorn in omaggio). Guido Rossi, il nuovo commissario della Figc (gc sta per "gioco calcio" e non per "giovani comunisti" come si potrebbe pensare dati i suoi trascorsi politici) è da tutti riconosciuto come un autorevole professionista. Borrelli è invece un autorevole membro della magistratura. Autorevoli politologi come Giovanni Sartori e Norberto Bobbio sono veri e propri fari per il giornalismo italiano (ma solo quello autorevole). Infine, guai a dubitare dell'autorevolezza di penne autorevoli come Giorgio Bocca, Michele Serra o dell'autorevole Scalfittura, mentre sarebbe superfluo ricordare l'autorevolezza, evidenziata dal doppio cognome, del Prof. Asor Rosa, del Prof. Galli Della Loggia e del Prof. Flores D'Arcais (invece mi dicono che Baldan Bembo, nonostante il cognome, non sia autorevole). Il mistero è: ma si può sapere chi eroga i certificati di autorevolezza? Esiste un'Epa (Ente per l'autorevolezza)? E chi lo presiede? Oliviero Diliberto? Se qualcuno sa svelare questi misteri, per piacere, risponda. Mi faccia questo piacere. Nonostante la mia disautorevolezza.

19 commenti:

VerdeRame ha detto...

Ti faccio notare che non è "gioco calcio" ma "giuoco calcio", che fa molto più "autorevole"... Ciao!

J.A. ha detto...

Giusto...

Giano ha detto...

Complimenti, concordo in pieno :)

gabriele ha detto...

non so chi certifichi una persona ad "autorevole", magari un nobel aiuta (Fo), 60 anni di giornalismo e qualche programma in tv seguito da qualche milione di telespettatori aiuta (Biagi), il curriculum con ad esempio una cattedra alla Columbia può aiutare (Sartori), io non ti conosco, ma magari con un po' di impegno anche tu un giorno potresti essere etichettato come autorevole, anche se dubito!

D.O. ha detto...

Atroce, il tuo blog mi era scappato finora e, adesso che l'ho letto devo rioconoscere che sei un figo.
E sei pure veneto qundi DEVO addarti alla lista dei preferiti...

D.O. ha detto...

No, un nobel non "autorevolizza" nessuno a casa mia, se mai lo esautora. Per quando riguarda Sartori... si sta parlando di Gianni, nevvero? Perché Antonio non mi risulta...

extravergine di Prodi ha detto...

D'Elia autorevole esponente di che?
Se ne deve Andare!
http://extraverginediprodi.blogspot.com/2006/06/delia-vattene.html

J.A. ha detto...

Io sono dell'opinione che il Nobel a Fo sia una effetto della sua "autorevolezza" e non una causa.

watergate ha detto...

eh eh :-) bel post.

Lo PseudoSauro ha detto...

Se so fregati er monno... fosse solo in Italia. Sono autorevoli solo loro perche' gli altri non esistono nemmeno dacche' se non eri almeno un po' "autorevole" te bocciavano pure. Questi da soli non vanno via: ce vorranno i carci ar culo.

Solon ha detto...

"No, un nobel non "autorevolizza" nessuno a casa mia, se mai lo esautora."

Se vivi in una baraccopoli mi dispiace, ma il mondo procede in maniera difforme dal tuo misero punto di vista

flussodicoscienza ha detto...

Sartori si chiama Giovanni.
Ma resta autorevolissimo, specie quando si vuole inventare economista, come fece in occasione di un paio di editoriali memorabili qualche mese fa

J.A. ha detto...

Cacchio, è vero che lapsus! Correggo subito! Grazie Boaro e Flusso.

Anonimo ha detto...

Eccome no, tanti autorevoli prsonaggi al pari di questi:

Furono più di ottocento i rappresentanti della cultura italiana che sottoscrissero in più riprese un documento pubblicato sull'Espresso il 13 giugno 1971 in cui Calabresi veniva definito un "commissario torturatore" e "il responsabile della fine di Pinelli".
Fra questi ci furono:
PAOLO MIELI, ENZO SICILIANO, ALBERTO BEVILACQUA, MARGHERITA HACK, BERNARDO BERTOLUCCI, GILLO PONTECORVO, VITTORIO TAVIANI, LILIANA CAVANI, MASSIMO TEODORI, GIULIANO MONTALDO;
NORBERTO BOBBIO, LUCIO COLLETTI e LUCIO VILLARI;
FEDERICO FELLINI, MARIO SOLDATI, CESARE ZAVATTINI, LUIGI COMENCINI, CARLO TAVIANI, PAOLO TAVIANI, DUCCIO TESSARI, MARCO BELLOCCHIO, SALVATORE SAMPERI, UGO GREGORETTI, NANNI LOY, FOLCO QUILICI;
PIER PAOLO PASOLINI, GIOVANNI RABONI e GIOVANNI GIUDICI;
RENATO GUTTUSO, ANDREA CASCELLA, ERNESTO TRECCANI, EMILIO VEDOVA, CARLO LEVI;
VITO LATERZA, GIULIO EINAUDI, INGE FELTRINELLI;
FRANCO ANTONICELLI e PAOLO SPRIANO;
GIULIO CARLO ARGANO, FILLO DORFLES, MORANDO MORANDINI, FERNANDA PIVANO;
LUIGI NONO;

Anonimo ha detto...

GAE AULENTI, GIO' POMODORO, PAOLO PORTOGHESI;
ALBERTO MORAVIA, UMBERTO ECO, DOMENICO PORZIO, DACIA MARAINI, FRANCO FORTINI, ANGELO M. RIPELLINO, NATALINO SAPEGNO, PRIMO LEVI, ENZO ENRIQUES AGNOLETTI, LALLA ROMANO;
UMBERTO TERRACINI, GIORGIO AMENDOLA, GIAN CARLO PAJETTA;
GIORGIO BENVENUTO e PIERRE CARNITI;
EUGENIO SCALFArI, GIORGIO BOCCA, FURIO COLOMBO, MAURO CALAMANDREI, LIVIO ZANETTI, SERGIO SAVIANE, GIUSEPPE TURANI, CARLO MAZZARELLA, ANDREA BARBATO, VITTORIO GORRESIO, CARLO ROGNONI, GIAMPIERO BORELLA, CARLO ROSSELLA, CAMILLA CEDERNA, TIZIANO TERZANI.
BRUNO ZEVI, GRAZIA NERI, TONI NEGRI, FRANCO BASAGLIA, i fratelli CARLO e VITTORIO RIPA DI MEANA, PAOLA PITAGORA.

Lorenza.

Lo PseudoSauro ha detto...

Lorenza: ma quelli sono convinti ancora oggi che Calabresi abbia buttato Pinelli dalla finestra... mica s'accontentano delle sentenze. La Magistratura la difendono solo se fa loro comodo.
Sono marziani infiltrati sulla terra, percio' ragionano cosi' e sembra loro strano che altri ragionino diversamente.

fritz ha detto...

pienamente concorde Lorenza.......i condannati ,prossimi "graziati" non sono altro che la punta d'haisberg...dei responsabili materiali e morali della morte di Calabresi......la tua lista ne è appunto "la lista"....ma naturalmente l'unico vero colpevole è e rimane Calabresi......un mio pensiero finale.....se mastella è veramente andato dai famigliari di Calabresi.....perchè non lo hanno preso a pedate nel culo?!?......saluti\bye Fritz

Anonimo ha detto...

Certo, ovviamente per voi sono "autorevoli" Sandro Bondi, Cesare Previti, Emilio Fede e tutto quel codazzo di leccaculo zuccavuota che sostiene il centrodestra corrotto e mafioso.

Anonimo ha detto...

OFF TOPIC
Potete donare un euro inviando un SMS al numero 48588 (Tim, Vodafone, Wind, 3), per finanziare la ricerca contro il cancro. Valido fino al 10 giugno.

Condividi questo post con i tuoi amici!