giovedì, settembre 28, 2006

Meglio Beavis dei Radicali

Qualcuno un giorno dovrebbe spiegarmi chi sceglie quali argomenti sono in e quali out. Un bel giorno si decide che bisogna parlare del caso di un povero cristo ridotto a vegetale ed ecco che subito parte un biscardiano televoto nazionale: Eutanasia Sì (0878/0001) - Eutanasia No (0878/0002). Votate! E il bel paese si spacca in 2 in men che non si dica. La mia opinione? Per esprimere il mio pensiero, prendo a prestito l'espressione di un grande pensatore del tardo novecento:
"L'eutanasia è una merda."
Gli estimatori di Beavis avranno capito che la mia non è una posizione contro l'eutanasia, bensi' un rifiuto di presa di posizione: indipendentemente da cosa possa pensare a proposito non mi va che si faccia dell'eutanasia una questione di liberalismo. Bisogna finirla con questa panzana che da decenni van raccontando Pannella, Bonino e compagnia radicale che le cose piu' liberali a questo mondo sono eutanasia, aborto, unioni gay, scioperi della fame e spinelli liberi. Questo non è essere liberali, al massimo è essere fricchettoni.
Già il termine eutanasia dovrebbe far intuire che la libertà individuale c'entra ben poco, eutanasia vuol dire "buona morte". Una battaglia affinché lo stato garantisca una buona morte ai suoi contribuenti tutto e' meno che una battaglia liberale. Il fatto stesso che nel dibattito politico venga contemplato il concetto di morte più buona e morte meno buona è sintomo che il liberalismo non è di casa. Fatemi capire, dovrebbe essere lo stato a definire per legge chi può beneficiare di questa "buona morte"? Dovrebbe essere lo stato a stabilire quali vite fanno abbastanza schifo da meritare l'offerta di un'exit strategy e quali invece sono da tutelare? Perchè, attenzione, se si usa e si abusa del termine eutanasia, intriso di buonismo, invece di parlare più semplicemente di "diritto al suicidio", c'è un motivo: la buona morte che risparmia le inutili sofferenze alla mummia in un lurido letto d'ospedale scatena un sentimento di pietà sicuramente più popolare di una affermazione come "lo stato non può impedire ad un individuo di suicidarsi o di farsi ammazzare nel caso in cui questo sia impossibilitato a suicidarsi".
Immaginatevi un montanaro 70enne che, nel giorno in cui si reca nel lontano ospedale cittadino per una visita di controllo, perde tutti i suoi amici e tutti i suoi parenti fino al terzo grado a causa di uno spaventoso terremoto con epicentro sotto casa sua. Così investe la liquidazione frutto del lavoro di una vita per comprarsi un container dove vivere, ma una volta insediatosi, riceve le analisi mediche che gli diagnosticano un tumore al pene. Si opta per l'asportazione chirurgica, ma durante l'operazione, a causa di gravi carenze igienico-sanitarie, contrae il virus HIV in una delle sue forme più terribili. Gli vengono dati 5 anni di vita, cade in depressione e s'indebita gravemente giocando ai cavalli ed è così costretto a vendere il container e finire i suoi giorni in uno squallido ospizio. In più è pure interista. Immaginatevi ora che tale montanaro decida di buttarsi da un cavalcavia, ma mentre sta cercando il coraggio per lanciarsi nel vuoto, arrivi la pattuglia di carabinieri per salvare la vita al nostro montanaro. Immaginato? Bene. Ora, in una situazione del genere voi ve la immaginate Emma Bonino arrivare sbraitante a difesa della libertà individuale, sostenendo che è vergognoso che uno stato intervenga, addirittura utilizzando soldi pubblici, per vietare una libera scelta di un uomo che ha deciso di porre fine alle sue sofferenze? Perchè io non riesco proprio a figurarmela.
Provate ad ascoltarli bene i radicali quando parlano di eutanasia: cercheranno di convincervi che non c'è niente di moralmente sbagliato a concedere l'opportuntità di una morte dolce a delle persone sofferenti. Legittimo, magari anche condivisibile. Ma lascino stare il liberalismo. Non c'entra niente.

martedì, settembre 26, 2006

Video: Sgarbi - One Man Show

A grande richiesta, direttamente da Youtube, il video della prima puntata serale de La Pupa e il Secchione in cui, Vittorio Sgarbi, alterato per la possibile eliminazione della sua prediletta Rosy, contesta a suo modo la mancanza di chiarezza nelle regole del gioco e scaraventa a terra un computer. Da notare il labiale di Sala inquadrato in quell'istante: "La putt...!" (almeno questo è quello che ho capito io).


Imperdibile il video in cui Monti frana giù per le scale tentando di baciare la Panicucci.

lunedì, settembre 25, 2006

Ad Sense a quota 80 dollari

Sono passati 10 mesi da quando mi sono registrato al programma Google Ad Sense come scritto in questo post. Facciamo il punto: sono a quota 80,27 dollari. Nonostante i visitatori del mio sito siano costantemente cresciuti, i guadagni medi giornalieri sono passati dai 0,45 dollari giornalieri dei primi mesi, agli attuali 28 cent. Probabilmente la causa di questa diminuzione di attenzione verso la pubblicita' e' ascrivibile alla routine: la stessa novita' della pubblicita' incuriosiva i lettori che poi, col tempo, quella pubblicita' non la notano neanche piu'. Adesso che il sistema e' entrato a regime, posso finalmente rispondere con una discreta precisione alla domanda delle domande: "quanto si guadagna con Google AdSense?". Ecco alcuni numeri molto significativi:


# Per un singolo clic ho ricevuto un accredito da un minimo di 1 cent ad un massimo di 56 cent. Mediamente mi hanno pagato circa 12 cent per clic. Anche se il dato esattto non si puo' calcolare poiche' anche la stessa impressione da' diritto ad un minimo credito: ho notato che 100 impressioni (1 per ogni pagina vista) danno un credito di circa 1 cent.
# In questo periodo le impressioni (praticamente le pagine viste) sul mio blog sono state 51.969 e 629 i clic, cioe' 1,21 clic ogni 100 pagine viste.
# L' eCPM = 1,54 e indica i dollari guadagnati ogni 1000 pagine viste.
# 7 utenti si sono registrati al programma AdSense grazie al mio link. Approfitto per lanciare un appello a questi 7 affinche' rivelino la loro identita' per sapere come sta andando il loro programma e per pubblicizzarli un po' visto che quando (se) questi raggiungeranno la quota di 100 dollari anche a me ne verranno accreditati altrettanti.

Insomma, si guadagna poco, ma qualcosa si guadagna (considerando anche che la mia pubblicita' e' tutt'altro che invasiva), quindi vi consiglio, se avete un sito di aderire ad AdSense.
Dimenticavo, tale reddito bisognerebbe dichiararlo al fisco, affinche' questo possa effettuare il suo consueto saccheggio, ma se il vostro reddito annuale e' inferiore a 5000 euro (cioe' non avete alcuna entrata) grazie ad una legge del Governo Berlusconi non siete tenuti a dichiarare nulla. Grazie Silvio.

Tutto quello che c'è da saper sul programma AdSense l'ho già scritto qui e qui.

venerdì, settembre 22, 2006

Una bella sorpresa

E tanto per non smentirmi mai, anche stavolta la mia previsione si e' rivelata sbagliata, Sala si e' guadagnato, anche grazie alla performance di Rosy, almeno altre 2 settimane nella villa di Varese. Va detto, pero', che stavolta le cose erano un pochino diverse...non si trattava propriamente di previsione, ma di soffiata. Evidentemente il soffiatore ben informato ha pensato bene di mal informarmi volutamente per giocarmi un brutto tiro. A prova che le informazioni esatte ce le aveva realmente ed ha preferito raccontarmi una palla c'e' l'imprevedibile addio di Durante al reality che Mr. X aveva pronosticato ad inizio puntata. Pollo io che ci sono cascato. Mi dispiace solo per Dave a cui (a questo punto tanto vale rompere l'anonimato) avevo girato la "soffiata" e che si e' fidato di me.
Commento alla serata: Sala, finiscila con quella faccia da funerale e comincia a divertirti un po'!!!

giovedì, settembre 21, 2006

Sala, atto finale?

Qualcosa mi dice che Sala tornera' presto a leggere questo blog. Temo che nonostante sia impossibile trovarlo impreparato anche sugli argomenti piu' mondani, Rampinelli non sara' da meno e il nostro Ale dovra' arrendersi al vuoto piu' assoluto che primeggia nel cranio della sua compagna Rosy. Stasera alle 21.00 tutti su Italia1. Sgarbi che con la sua venerazione per Rosy ci aveva lasciato qualche speranza, non ci sara'.
Per porre delle domande, esprimere delle critiche o semplicemente contattare Sala potete usare lo spazio commenti di questo post. Non posso garantire che rispondera' a tutti, ma che leggera' (prima o poi) questi messaggi ne sono praticamente certo.

La foto non e' mia, quindi la regola del "prendete e linkatemi" di questo blog non si applica.

martedì, settembre 19, 2006

Mannaggia 'o Vesuvio

San Gennaro ha fatto 'o miracolo. Puntuale, come sempre, e' arrivata la liquefazione del sangue del Santo nel Duomo di Napoli e puntuale, come sempre, e' arrivata pure la galleria fotografica di Repubblica. Siccome usare un briciolo di razionalita' e informare i propri lettori e' evidentemente chiedere troppo ad un giornale italiano, vediamo di fare, nel nostro piccolo scorcio di web, un po' di chiarezza.
Premessa: ma vi pare naturale che tra tutti i posti del mondo in cui puo' avvenire un miracolo, il buon Dio vada a scegliere proprio Napoli per l'unico miracolo che avviene addirittura periodicamente? Napoli, la patria del gioco delle tre carte, la citta' dove il raggiro e' una virtu'...caspita, ma ti verra' un minimo dubbio?!
Comunque sia, a prescindere dall'onesta o disonesta' dei napoletani andiamo a conoscere meglio le caratteristiche di questo "potenziale miracolo".
Il miracolo: ogni 19 settembre e 16 dicembre si svolge una cerimonia in cui la presunta reliquia del sangue di San Gennaro contenuta in un'ampolla passa dallo stato solido allo stato liquido mentre il Vescovo la mostra ai fedeli.
Aspetto Storico
1. Non esiste alcuna informazione documentata sulla vita di San Gennaro. La "tradizione" vuole che fosse stato un vescovo di Benevento del III secolo che mori' in seguito alle persecuzioni dell'imperatore Diocleziano. La prima documentazione riguardante la reliquia del sangue del vescovo si ha nel 1389, oltre un millennio dopo la sua morte (305 secondo la Chiesa). Quindi non e' da escludere che tale Vescovo Gennaro non sia mai esistito, ma sia frutto della fantasia popolare intrisa di misticismo tipica del medioevo.
2. Nel Basso Medioevo, periodo in cui "compare" ufficialmente la reliquia, ci fu una sorta di boom della reliquia, comparirono i gadget piu' disparati: dall'osso del dito con cui Tommaso tasto' le ferite di Gesu' alle autentiche piume dell'arcangelo Gabriele passando per le fedi nuziali della Madonna.
3. Quella di San Gennaro non e' l'unica reliquia di "sangue miracoloso" presente nel napoletano. Il meno celebre Rito di Santa Patrizia dovrebbe consistere nello stesso fenomeno.
Aspetto Tecnico-Scientifico
Effettivamente, pero', tutti possono osservare che il liquido contenuto nell'ampolla all'inizio della cerimonia e' solido e dopo un tempo che puo' variare da qualche istante a decine di minuti in cui si trova nelle mani del Vescovo, tale liquido si liquefa'. L'ipotesi che sia un aumento di temperatura dovuto alle pressione delle mani sul manico a causare la liquefazione e' forse la prima a cui tutti pensiamo, ma proprio per questo e' poco credibile, sarebbe infatti facile verificare con un termometro la spiegazione del fenomeno, senza contare che la fusione di una sostanza e' un fenomeno particolarmente comune e facilmente riconoscibile. Inoltre, questa ipotesi presuppone la malafede di tutti i Vescovi di Napoli dal 1400 ad oggi che avrebbero dovuto volutamente innescare il fenomeno e contemporaneamente mantenere il "segreto". Ma e' possibile, allora, che avvenga la liquefazione senza che nessuno la inneschi? Si', secondo il trio Cicap Garlaschelli-Ramaccini-Della Sala i quali con un articolo pubblicato su Nature nel 1991 formulano l'ipotesi tissotropica.
La Tissotropia e' una proprieta' che hanno alcuni materiali di diventare piu' fluidi se sottoposti a vibrazioni o a sollecitazioni meccaniche. I materiali tissotropici hanno varie applicazioni in campo industriale, ad esempio nella fabbricazione delle vernici: tale caratteristica rende i colori piu' fluidi al momento del passaggio del pennello agevolandone la stesura, ma lasciati in quiete diventano piu' viscosi riducendo il gocciolamento. Sarebbe stato possibile ottenere una sostanza apparentemente simile a del sangue umano, ma con caratteristiche tissotropiche nel 1300? Garlaschelli & C. ci hanno provato utilizzando 4 ingredienti: carbonato di calcio (dai gusci d'uovo), sale, acqua e cloruro ferrico. Inizialmente pensarono come produrre del cloruro ferrico con metodi noti nel 1300, ma dopo una breve ricerca scoprirono con grande sorpresa che il cloruro ferrico e' l'unico sale ferrico presente in natura. Si trova sottoforma di Molisite. E la Molisite indovinate dove si trova? Guardate qui alla riga Locality.
La faccio breve: la sostanza cosi' ottenuta si comporta esattamente come la "famosa" reliquia cioe' diventa liquida quando la si muove e ha addirittura lo stesso colore rosso. A voi il giudizio.

Letterina finale:

Alla cortese attenzione del
Ceo di Santa Romana Chiesa S.p.V.*
Joseph Ratzinger

Egregio Dott. Ratzinger,
sebbene mi renda conto che in questo particolare momento in cui un miliardo di musulmani la odiano ferocemente, possa sembrare sconveniente inimicarsi anche 2 milioni di napoletani, le suggerisco di muoversi al piu' presto per mettere fine alla ridicola pantomima del "miracolo" di San Gennaro, permettendo a chiunque ne faccia richiesta di eseguire una spettroscopia non invasiva sulla presunta reliquia al fine di dedurne la composizione chimica. Sempre che non ritenga la capacita' di abbindolamento citrulli un valore aggiunto per la sua azienda. In questo caso la pregherei di verbalizzarlo al prossimo CdA, cosicche' io possa vendere le azioni della sua societa' che ancora detengo.

Distinti Saluti

Joey Atroce


*Societa' per Vocazioni

Approfondimenti:
L'indagine sul sangue di San Gennaro

venerdì, settembre 15, 2006

Improbabili accostamenti

Contro tutti, tutto e tutte Sala ce l'ha fatta. Un'altra settimana di gloria non gliela toglie nessuno. Giovedì affronterà la coppia Mary-Rampinelli che, visto il carattere della prova da affrontare (cultura generale lei, gossip lui) è indubbiamente uno scoglio meno arduo del duo Silvia-Durante, anche se non ci sarà il salvagente del buonistico "pareggio salvatutti". Mary è indubbiamente più ignorante di Silvia e sebbene Rosy sia semplicemente tabula rasa, con domande "difficili" si può sperare in un distacco minimo tra le pupe per poi giocarsi la salvezza sul gossip in cui Sala ha dimostrato di essere semplicemente perfetto e dove Rampinelli potrebbe vacillare.

Nella foto (fonte: nessuno.tv ) Oscar Giannino. Cosa c'entra? Niente. Ma non si può mica sempre parlare di reality e ogni tanto ci vuole qualche bel pezzo di giornalismo. Oscar Giannino, liberista docg, vicedirettore di Finanza e Mercati, collabora spesso con Libero di Vittorio Feltri, scrivendo pezzi che da soli valgono l'intero prezzo del quotidiano. Oggi il suo articolo parla della vicenda Telecom-Prodi, siccome è disponibile nella Rassegna Stampa della Camera, non posso esimermi dal linkarlo. Oscar forever.

giovedì, settembre 14, 2006

Repubblica scopre GoogleTrends (a suo modo)

Qui Repubblica parla di Google Trends riprendendo un'indagine di El Mundo (non sia mai che tirino fuori qualcosa di originale) stilando alcune classifiche riguardanti l'Italia.
Riflessioni:
1. I giornalisti italiani che scrivono nei portali di "informazione" (in senso molto lato) devono ancora capire la differenza tra un giornale online e un giornale cartaceo, e' possibile che in un articolo del genere non sia presente un link, uno?
2. L'articolo comincia con "Maometto" sembra stimolare di più la curiosità degli internauti italiani rispetto a "Cristo". Gia' si comincia a intuire la riluttanza verso i link: guarda.
3. Vuoi mettere l'indagine di Repubblica con il mio studio sociologico di un mese e 12 giorni fa?

mercoledì, settembre 13, 2006

Non c'e' niente da ridere


Pubblicato il primo sondaggio di Tgcom sull'eliminazione di domani. Le percentuali (alla pubblicazione del post 71% contro Sala & Rosy) sono molto simili a quelle che aveva Giovanna Rigato prima dell'eliminazione. Non dico altro. Siccome il sistema di eliminazione non e' dei piu' limpidi, l'opinione dei telespettatori potrebbe essere veramente determinante, quindi mobilitiamoci tutti, votiamo in massa, sia oggi che domani, per l'eliminazione di Silvia e Durante e speriamo nella sorpresa. (Mi sento un po' Beppe Grillo...ma e' per una giusta causa).

martedì, settembre 12, 2006

La bandiera a scacchi è un miraggio

Nella foto: Sala è comprensibilmente preoccupato per una sempre più probabile ed imminente eliminazione.

Come tutti sappiamo Sala è in nomination e le probabilità di salvarsi sono più o meno le stesse che ha Sato di terminare un gran premio (congiunzione astrale richiesta). Non tanto per Sala che è a confronto con l'anonimo Durante, quanto per le rispettive partner. Dopo aver trascinato il nostro in nomination definendo al cospetto delle rispettive immagini Dante=un capo indiano, Bertinotti=Re Luigi Emanuele e Rita Levi Montalcini=La mamma di Berlusconi, miss testa di marmo, al secolo Rosy Dilettuso, ha continuato a regalare perle come "L'Italia avrà 5000 abitanti... 5000 e qualcosa". La sua avversaria, invece, Silvia Abbate, aspirante sosia di Paris Hilton (quando si dice "pensare in grande") ha lo sguardo, il corpo e le movenze di una che per fare il trenino a buona domenica la darebbe non solo a Costanzo, ma pure allla De Filippi, non disdegnando l'ipotesi di Demo Morselli con la sua band. E' appariscente, tremendamente oca, sempre seminuda e bionda. Insomma, una calamita per le telecamere. Inoltre, in quanto a cultura, a meno che non gli chiediate cose estremamente tecniche ("ma tu mi vuoi dire che c'è una regione in Italia che si chiama Abruzzo?!") se la cava abbastanza bene. Come se non bastasse ieri tira fuori l'asso dalla manica e dichiara con fare malizioso che il suo partner le piace proprio....
Caro Sala, la vedo molto dura. Speriamo che, come è sempre successo finora, io continui a sbagliarmi. A proposito di errori, devo rettificare la mia opinione su Monti che avevo definito Nerd senza eguali. Devo ammettere che l'enigmista toscano mi fa tenerezza, non è intimamente sfigato come poteva sembrare (anche se la sua insistenza con le magliette simpatiche...) è solo uno che è sempre stato fuori dal-giro-che-conta, uno un po' solitario, non aiutato dal suo aspetto fisico ha rinunciato presto ad "aiutarsi", forse isolandosi nell'enigmistica. Ma proprio questo fa di lui il concorrente con i maggiori margini di miglioramento: questa situazione può fargli ritrovare l'interesse perduto verso le "relazioni sociali" e la sua pupa può realmente aiutarlo a migliorare il suo aspetto fisico. I capelli molto corti per mitigare la calvizie, un pizzetto ben curato a nascondere il collo da tacchino nel giorno del ringraziamento, qualche chiletto da smaltire, una montatura degli occhiali che smagrisca un po' il viso e che nasconda l'asimetria degli occhi, ma soprattutto un guardaroba depurato da "magliette simpatiche" e da pantaloni a mezzo stinco (soprattutto se abbinati ai mocassini) ed ecco che il nostro Monti è già tutta un'altra personcina. Nel peggiore dei casi diventa così.
Il vero Nerd, quello irrecuperabile, quello con la sfiga intimamente insediata è invece l'ingegner Rampinelli. Dal nome al portamento goffo, dal sorrisino perennemente compiaciuto (ma non si sa di cosa) al suo essere bambinone, Rampinelli è la sintesi perfetta del Nerd. Da notare: Sogna di entrare a far parte del mondo dello spettacolo: "O come opinionista o come comico". O come lottatore di wrestling, aggiungo io.

P.S.: Mediaset ha pubblicato le schede dei concorrenti. Mi fa piacere che si parli indirettamente anche di me (no, non ho fatto sesso con Sala, mi riferivo al DamHex).

sabato, settembre 09, 2006

Parliamo d'altro

Fortuna che sono scettico al 100%.
Perchè altrimenti penserei di portare sfiga nera. Scrivo un post a sostegno di Giovanna Rigato e la buttano fuori dalla casa del Grande Fratello in tempo t=0. Ne scrivo un altro per Sala e questo mi va diretto in nomination.Cambiamo argomento per un po'...

Vi comunico che da oggi ho deciso ufficialmente di trasgredire con assiduità alla legge sui fari da tenere accesi anche di giorno. Finora mi sono impegnato a rispettarla sebbene la ritenessi una legge stupida, ma con la benzina a 1,40 euro e con la gente che ha cominciato a fregarsene vedendo che le multe per fari spenti tanto non le prendeva, mi sembra il caso di porre fine a questa farsa. D'ora in avanti i miei fari rimarranno accesi: in autostrada sempre, nelle strade a grande scorrimento anche di giorno solo se il cielo è molto coperto e in tutti gli altri casi da un'ora prima del tramonto fino ad un'ora dopo l'alba. Ne guadagnerò in benzina e in lampadine le quali avranno una minor probabilità di bruciarsi, non tanto per quelle dei fari, ma soprattutto per quelle del cruscotto la cui rottura è una delle cose più fastidiose del mondo.

mercoledì, settembre 06, 2006

Sala: un primo passo verso i 200.000 euro

Gia', perche', ridendo e scherzando, la coppia vincitrice si cucca un bel gruzzoletto.
Di quale passo sto parlando? Si', lo so che il reality deve ancora cominciare, ma si da' il caso che sia stato pubblicato l'elenco dei concorrenti.
Ora, vabbe' che il vincitore lo decretera' una giuria (e di una giuria che annovera Alessandra Mussolini e' sempre meglio non fidarsi), ma credere che in una qualsiasi competizione a questo mondo, il nostro Sala possa arrivare alle spalle di uno come Omar Monti mi e' francamente impossibile.

L'apparenza puo' ingannare, d'accordo, e il fatto che questo trentenne (TRENTENNE 17/10/1975 !) non abbia davanti a se' una carriera da fotomodello, come d'altra parte non ce l'ha la maggior parte di noi comuni mortali, non e' certo un sufficiente motivo di scherno. Ma signori, io vi giuro che uno cosi', neanche Matt Groening se lo immaginava. Mi spiego. Ecco la presentazione:
...lavora come Pizzaiolo ed è campione di enigmistica. Riesce a risolvere cruciverba e rebus in tre lingue. Appassionato di musica melodica italiana degli anni ‘60 e ’70, dedica 8-10 ore al giorno all’enigmistica. Non ha mai avuto una ragazza, nemmeno un bacio [e dove pensava di trovarla, nell'edizione speciale dell'Appendice della Sfinge? NdB] “Appena ho un po’ di tempo mi chiudo in casa con le mie riviste e i miei dizionari”
Caricatura giornalistica? Non credo. Questo qui e' proprio un caso disperato:
1. Il fatto che un appassionato di enigmistica si chiami "Monti O-Mar" gia' mi fa sorridere (daccordo Mari-o Monti suona ancora meglio, ma quello si e' dato all'economia mica ai rebus) ,
2. Uno che per la foto ufficiale da inserire nel sito del programma si presenta con la piu' classica delle magliette da bancarelle "non e' pancia ma e' la maglietta che ha un difetto" se le va anche a cercare.
3. Se poi scrivi pure la tua presentazione su internet e perseveri nello sfoderare la tua "simpatia" il cerchio si chiude.
4. Pare che le magliette "simpatiche" siano proprio un vizio: MAMMA - MIA .

Sala, ti avverto, se ti fai soffiare i 200.000 euro da questo qui io ti tolgo il saluto.

Il sito del programma. (da cui ho preso la foto di cui sopra)

martedì, settembre 05, 2006

Alessandro Sala 4 President!

Diversi mesi fa mi aveva parlato del suo provino per la trasmissione "La pupa e il secchione", ma era abbastanza certo di non essere scelto:"No, quelli li' cercano uno tutto studio e zero relazioni sociali, uno impacciato, imbranato, insomma...un vero e proprio sfigato".
Le ultime parole famose.

E cosi' Alessandro Sala (nella foto si fa beffe di una neolaureata sbronza che ho tagliato per motivi di privacy) e' uno dei 7 concorrenti scelti per partecipare al reality di Italia 1 condotto dalla coppia Papi (che riesce ad essere sfigato senza essere un secchione) e Panicucci (che...beh, dai non infieriamo).
Chiaramente questo blog non puo' esimersi dal supportare quest'epica avventura del nostro, come gia' fece ai tempi di Giovanna Rigato. Anzi di piu', visto che Giovanna la conoscevo solo indirettamente, mentre Sala e' un amico che conosciamo e stimiamo ormai da 5 anni (non sono passato all'odiosissimo "noi" giornalistico, ma penso di parlare anche per gli altri commentatori di questo blog che lo conoscono personalmente: Pilux, Bistek, Enrico, Monta, Alberto, Ciko... ), anche perche' lo stesso Alessandro Sala, che qui chiamiamo semplicemente Sala, ma che e' conosciuto anche come Culo (e sinceramente i motivi mi sono ignoti) ha partecipato attivamente a questo blog, scrivendo addirittura il commento che io stesso, a suo tempo, ho definito "il miglior commento dell'anno" (il sesto qui).
Ma soprattutto dobbiamo mobilitarci a difesa di Sala e della sua dignita', perche' essere in un reality e' piacevole (e soprattutto remunerativo) fare la figura del Nerd no. La stessa pubblicita' del reality e' imbarazzante, con una fila di occhialuti presunti genialoidi obbligati a sputtanarsi sui loro fallimenti in campo amoroso e poi Sala che la voce fuori campo definisce semplicemente "socio Mensa". Sala aveva ragione: cercavano proprio degli sfigati, come e' ovvio, del resto la TV si nutre di macchiette, personaggi caricati e esagerati. Ma Sala che c'entra?

Che c'entra Sala con i mr. pantaloni ascellari? Come si puo' definire Sala uno sfigato o un "secchione"? Sala ama la musica, infatti suona egregiamente il basso (col suo gruppo sta producendo il primo album); ama lo sport, oltre ad una lunga esperienza nella pallamano, e' il miglior portiere che il mitico torneo di calcetto Memorial John Holmes abbia mai visto; ama divertirsi perchè se c'e' da bere una birra in compagnia non si tira mai indietro e last but not least ama la figa perchè...beh insomma...per lo stesso motivo per cui piace a (quasi) tutti. Si vabbe', la storia del DamHex, il progetto della Dama per 3 giocatori che abbiamo portato avanti insieme, "faceva un po' nerd" e la sua fede interista gli fa perdere sicuramente punti in fatto di appeal...ma la differenza col resto della combriccola e' lampante. E poi cosa dovrebbe "insegnargli" la pupa di turno?

Caro Sala, se ti hanno messo li' dentro c'e' un motivo. E il motivo in TV e' sempre l'audience. E l'audience lo si fa sempre con le solite cose. E' chiaro quindi che la tua è una missione: sei lì per darci dentro alla grande. Prova a pensarci: sei rinchiuso in una villa a Milano con una figa spaziale che deve aiutarti a "socializzare", uscirete solo una volta a settimana per confrontarvi con le altre coppie. Gli unici uomini, oltre a te, che lei vedra' per tutta la durata del reality saranno una volta a settimana gli altri 6 concorrenti del reality. Ti rendi conto? Il suo universo maschile, per tutto la durata del reality, è composto da te e da 6 sfigati, dopo un paio di puntate è ovvio che ai suoi occhi sarai l'uomo più figo del mondo!
IL BLOG CON I LETTORI SUOI TUTTI ALLORA NON PUO' FAR ALTRO CHE INCITARTI CANTANDO A GRAN VOCE:
- VAI COL BAZOOKA! DAI SALA VAI COL BAZOOOOKA! VAI COL BAZOOOOOKA! DAI SALA VAI COL BAZOOKA!-

sabato, settembre 02, 2006

La formula rubata?

4S su C5.
E' il ditloide* con cui Amadeus pubblicizza il suo nuovo quiz in onda da lunedì. E come i miei lettori più fedeli avranno capito 4S su C5 sta per 4 settembre su Canale 5. Peccato che di ditloide non si parli bensì di "Formula Segreta" che è anche il nome del programma. Vuoi vedere che gli "autori", tra cui il leggendario Santucci, hanno semplicemente scopiazzato l'idea del gioco da "Il Tao dei blog", il blog che a gennaio s'inventò il test che ha letteralmente fatto impazzire il web? Non mi stupirei. Per i media tradizionali oramai è consuetudine pubblicare e sfruttare ciò che trovano in internet spacciandolo per proprio, chissà poi cosa ci vuole ad aggiungere una riga "tratto da xyz.blogspot.com"? Ma scommettiamo che Santucci & C. che sono pagati per "inventare" si guarderanno bene dal riconoscere i giusti meriti a Hyle, il Tao-blogger?
So che varrà poco, ma Hyle lo ringrazio io. Grazie al suo test, AtrocePensiero ha guadagnato centinaia di visitatori "furbetti" che visitavano questo post per sbirciare le soluzioni. Grazie ancora per averne permesso la pubblicazione.

Aspettiamo le dichiarazioni di Hyle, per sapere se ha avuto qualche credit dalla trasmissione di Canale 5. Ne dubitiamo fortemente.

* Update: Giustamente Hyle nota che 4 S su C 5, non è propriamente un ditloide e ci conferma che non è stato contattato dai responsabili del programma.

Condividi questo post con i tuoi amici!