lunedì, novembre 06, 2006

Il DamHex al 70esimo assoluto

UPDATE: Qui le foto del Campionato.

Quest'ultimo weekend sono stato a Fossano (CN) per promuovere il DamHex al 70° Campionato Assoluto di Dama Italiana. Ufficialmente era questa la mission principale. Ma chi visita questo blog non si accontenta delle versioni ufficiali. E allora diciamo che la particolare modalità con cui il DamHex si è pubblicizzato nella massima competizione damistica a livello nazionale ha invertito per un paio d'ore i ruoli: da gioco in cerca di pubblicità nell'ambito della Federazione Italiana Dama a sponsor della Fid stessa. Le 2 ore a "ruoli invertiti" corrispondono a quelle della comparsata di Alessandro Sala al Campionato in qualità di co-inventore del DamHex. Il tempo di dire 2 parole al microfono alla Dama Vivente allestita al Castello di Fossano, di incontrare i 22 pretendenti al titolo italiano di dama, di far 4 chiacchiere con i giornalisti e di fare una partita con i vicepresidenti federali Bordini e Carbonara (qui sotto il video del match).



Poi via a prendere l'aereo. Discreto ma lesto come solo l'autore del delitto perfetto sa allontanarsi dalla scena del crimine. Silvia Vada se l'è lasciato sfuggire, eppure erano le sue zone. Evidentemente il brusco calo delle temperature richiedeva le sue interviste.
Comunque, grazie a Sala (e al DamHex....) il Campionato Italiano di Dama ha guadagnato un notevole spazio nei giornali (articolo sull'edizione piemontese de La Stampa con tanto di foto di un ipotetica partita di Sala contro il Gran Maestro Mario Fero) e i damisti tutti possono ritenersi soddisfatti e sperare in quella riscossa mediatica che un gioco stupendo come la Dama meriterebbe.
Partito il Very Important Person rimangono 22 Very Important Players a contendersi l'alloro in un campionato che qualitativamente saprà essere all'altezza della grande rilevanza mediatica che, con un grande lavoro, Mirco Mancini è riuscito a costruirgli attorno. Alla fine dei 21 turni di gioco, il titolo rimarrà ancora vacante in attesa di un match di spareggio tra il Maestro Sardu e il Gran Maestro Fero.
Non si può però fare a meno di citare l'incredibile caso del Maestro Francesco Gitto di Cosenza, 15 anni, il più giovane Maestro della storia della Dama, il più giovane partecipante ad un assoluto, perchè oltre ad aver disputato un ottimo campionato a metà classifica, udite udite, è totalmente autodidatta essendo l'unico Maestro della provincia di Cosenza: partite in internet, contro il computer e probabilmente tanto studio teorico. Giù il cappello.
Insomma, tutto perfetto. Compresa l'ottima ospitalità del nuovissimo Dama Hotel dei giovani titolari Davide e Daniela che saluto con affetto.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma Alessandro è testimonial della casa produttrice di queste maglie zhebu col forconcino o ci è solo affezionato?

Gabriele ha detto...

Insomma questo damhex comincia a darvi la meritata soddisfazione.

Gabriele ha detto...

P.S.
Io però continuo a pensare in termini di scacchi tridimensionali, sarà perché sono un trekker. :D

Hille ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Oh egregio sig. Gabriele! Sono felice di leggere che non sono l'unica a stimare gli scacchi 3d!!! Ci sono altre forme di vita in questa galassia ;-P
Marta

Gabriele ha detto...

Basta solo saperle cercare. :))

Anonimo ha detto...

Hai ragione esimio, ma il più delle volte mi becco delle risate in faccia quando parlo di questa mia passione :°... sai, dalle mie parti non ci sono molte forme di vita...intelligenti!!! ;P
Marta

Anonimo ha detto...

ghigliottina:

rossa-veneziana-doccia-sottoterra-treccia

se indovinate mi mandate una mail a

markobodo@tiscali.it????

grazie è per un gioco tra amici.. e voi penso che siate molto più bravi di me....

Anonimo ha detto...

2, tetracycline,

Condividi questo post con i tuoi amici!