giovedì, febbraio 22, 2007

Meglio D'Alema di Adinolfi

Che goduria! Un autentico spasso. Assistere a spocchiosi personaggi convinti sempre di "saperla più lunga" che vengono sonoramente tranvati la prima volta in cui si mettono in gioco con chiarezza non ha prezzo.

1# Ieri abbiamo seguito tutti la mirabolante performance di Massimo D'Alema che ha inconsapevolmente orchestrato la sigla d'apertura del film Prodi 3: il pensionamento definitivo?. Il baffino riteneva inconcebile che la sua maggioranza, dopo aver ascoltato la sua impeccabile relazione osasse esprimere un parere diverso dall'approvazione o potesse provare un sentimento che non fosse l'adorazione. E così, dopo le rassicurazioni dei suoi fidi collaboratori "Vai tranquillo Massimo, abbiamo fatto i conti, siamo in maggioranza di 2 voti", il Ministro degli Esteri ha pensato bene di fare la voce grossa: "Niente tentennamenti, o si approva la mia politica estera o si va tutti a casa!". Categorico. Poi aggiunge, sottovoce, "non rompetemi le balle che adesso devo preparare il discorso in cui affermerò la grande unità che il centrosinistra ha saputo manifestare con questo voto che va interpretato come la totale fiducia nell'azione diplomatica del sottoscr..." - "Massimo..." - "Che c'è, ancora?" - "Ci hanno bocciato" -
Fantastico.
Comunque, visto che non mi piace infierire sui moribondi, mi limito a suggerire l'acquisto di un pallottoliere e non aggiungerò altro, anche perchè, tutto sommato, l'azzardo, seppur molto limitato, è comunque un gesto coraggioso che va apprezzato.

2# Sempre sullo stesso tema desidero segnalare l'analoga figuraccia che ha rimediato il già citato Mozzarellone Mario Adinolfi sul suo blog. Da tempo immemore la mena ai suoi lettori con 'sta storia delle scommesse. "Il banco si può battere giocando con intelligenza" sentenziava il bet profeta, "chiamate il mio numero a pagamento per avere le dritte, è un metodo sicuro!" e pubblicava sul suo blog gli esiti delle scommesse che suggeriva nella sua hot line. Sinceramente, mi sono spesso interrogato su quale strategia ci fosse dietro il "Metodo Adinolfi" e non ho mai dato per scontato che fosse tutta una bufala, d'altronde Betfair ha margini molto ridotti (ossia il banco ha un vantaggio statistico rispetto al giocatore anche inferiore allo 0,5% negli eventi più giocati) che consentono, di giocare quasi alla pari. Sia chiaro: il banco vince sempre e fin qui non ci piove, ma se riuscissimo a scorgere una tendenza di una massa di scommettitori a privilegiare determinati esiti immotivatamente, allora la loro "stupidità" nel puntare ci darebbe un effettivo margine statistico, avremmo l'impressione di aver battuto il banco, in realtà se con questo metodo riusciamo a guadagnare il 2% del capitale investito è perchè il banco ha guadagnato il 2,5% dallo "scommettitore stupido". Ma è possibile scorgere delle puntate di massa stupide? E soprattutto, è su questo sistema che si basa il "Metodo Adinolfi"? La risposta alla prima domanda è ancora un mistero per me, ma al momento è poco rilevante visto che Adinolfi si è deciso finalmente di dipanare i miei dubbi con questo post. Stanco delle continue richieste di suggerimenti, il Mozzarellone si concede e regala uno dei suoi pronostici: Celtic - Milan NON finirà 0-0. Istruzioni: bancare (ossia accettare scommesse contro quell'esito) per 12,50 euro sullo 0-0. Risultato: chi ha seguito il consiglio di Adinolfi si ritrova subito con 100 euro in meno poichè il Milan ha fatto proprio 0-0 e così le scommesse accettate dai seguaci adinolfiani vanno pagate 9 euro per ogni euro ricevuto. Sfortuna. Tutto molto divertente, ma può capitare. Un tale inconveniente non è certo sufficiente a demolire nessun "metodo". Il fatto grave è come questo demente tranquillizzi i suoi lettori: "per ogni dieci euro giocati ieri, cento euro di bancata oggi su barcellona-liverpool che NON finirà 0 a 0...e saremo di nuovo in attivo". Sarebbe questo il "metodo"???!!! Decuplicare la puntata fino a che non si recupera? Criminale. A parte che dà per scontato che la gente sia disposta a rischiare 1000 euro senza batter ciglio, ma poi questo è lo stesso identico metodo che usano quegli sciagurati che giocano sui ritardatari del lotto e finiscono per ipotecarsi la casa. Chiaro, il lotto è statale, quindi è infinitamente più ladro di Betfair, (40% di margine sugli estratti) ma il principio è quello.

Prossimamente spiegherò in dettaglio, perchè Adinolfi, pur essendo in attivo (lo spero per lui) con il mondo delle scommesse, non solo non è assolutamente affidabile, ma non ha capito proprio una mazza di come funzioni il mondo del betting, come dimostra dalla seguente affermazione: "Betfair è la democrazia diretta della scommessa, è un sistema estremamente evoluto di gioco peer-to-peer, in cui sono i giocatori stessi a determinare quote e scambiarsi le giocate."

3 commenti:

Bici ha detto...

Lascia che il ciccione spocchioso si impicchi con la sua corda

J.A. ha detto...

Non credo che lui ci rimetta, anzi, con tutti quei nuovi iscritti a Betfair che avrà portato chissà quanti soldi di bonus avrà accumulato...

Anonimo ha detto...

la vedo come una cosa largamente voluta e calcolata. Con la guerra in afghanistan che incombe, l'ultrasinistra voleva salvare la faccia. Allora meglio una finta crisi oggi, pretesto per imbarcare qualcun altro nella maggioranza. Cosi' domani, ai voti che contanto, l'ultrasinisistra potra' tirarsi fuori sicura che il governo non cadra'. Insomma, tutto piuttosto indecente. E comunque...di certo su questioni di guerra non mancheranno al governi voti di "responsabilita'"

Condividi questo post con i tuoi amici!