martedì, luglio 03, 2007

Consiglio (incompleto) ai rapinatori

Una diffusa pratica per scassinare i bancomat consiste nell'inserire del gas all'interno della cassa per poi innescare un'esplosione che, secondo gli intenti dei manigoldi, dovrebbe squarciare la "corazza" esterna e permettere di prelevare comodamente i contanti (intatti?). Per evitare di subire questo tipo di rapina, doppiamente lesivo per la banca, un'Agenzia di Conegliano ha escogitato un furbo accorgimento.



Bene. Ora so che la Banca non gradisce che qualcuno gli faccia esplodere il suo bancomat. Per correttezza però, sarebbe opportuno indicare anche quale metodo di rapina preferisce.

13 commenti:

Pilux ha detto...

Secondo me e' un monito contro gli utenti scorreggioni...:)

J.A. ha detto...

Pilux...

vespa ha detto...

Colpito Atroce!! Ho provveduto a far sentire la Tua giusta critica in alto.Comunque non per discolparmi ma tale avviso ci viene dato da chi installa i bancomat

malatempor@ ha detto...

Saranno stati obbligati da qualche assicurazione che altrimenti non rispondeva dei danni.
E'plausibile in un paese come il nostro, se non specifichi bene poi va a finire che un pirla qualsiasi si sentirà autorizzato a mettere del gas nei bancomat per farlo saltare.
Ed al processo andrebbe più o meno così:
Accusa
"l'imputato è reo di aver immesso del gas in un bancomat"
Difesa
"il mio assistito è innocente perchè non c'era scritto da nessuna parte che non si poteva fare."
Giudice
"concordo con la difesa.
Assolto.
Condanno inoltre la banca a risarcire il gas, il traspoprto del medesimo in loco ed ovviamente a pagare i danni biologici" :D

J.A. ha detto...

@Vespa: wow che efficienza!

@Mala: Ah..ah..probabilmente andrebbe proprio così!

Pilux ha detto...

non per niente in america sulle lavatrici sta scritto: "non usate per lavarci i neonati".
A quanto ho capito in qualche processo avevano dato la colpa alla casa produttrice!!
Idem per l'avvertenza che si trova su qualsiasi bottiglia di bevanda gassata: attenzione, aprire con cautela, contiene gas sotto pressione!

Rosario ha detto...

In realtà non è così...
L'adesivo avvisa i rapinatori della presenza di una bombola di azoto (gas inerte) all'interno del bancomat. Nel caso venga rilevato del gas all'interno del bancomat, parte automaticamente l'erogazione dell'azoto all'interno del bancomat per rendere impossibile l'esplosione...
Ammetto che l'adesivo poteva essere pensato meglio :)

Ah, ve lo dico perchè ho avuto modo di collaborare con un'azienda che usava questo metodo per proteggere dei distributori automatici.

Ciao!

J.A. ha detto...

Interessante. In questo caso perchè non scrivere "Inserite quanto gas volete. Tanto non esplode" :)

Paolo ha detto...

ciao, che ne pensi di "borgo ronche"?
paolo

J.A. ha detto...

What is "Borgo ronche"?

J.A. ha detto...

...come non detto, ho appena letto da te. (Sono un po' fuori dal mondo, ultimamente)
Che dire?
1,100,1000 Borgo Ronche! Il successo dell'iniziativa dipenderà ovviamente da quanto migliore sarà il "dentro" rispetto al "fuori", ma se si pagano 2000 euro al metro quadro credo che gli standard saranno molto alti. Insomma, sarà un'elite ma credo che su aree molto più grandi, da almeno un 2000-3000 persone il progetto sia molto valido.

Paolo ha detto...

2000 euro al metro quadro è poco, quel che mi preoccupa sono le "spese condominiali".
La sfida sarà proprio verificare la possibilità di rendere più "popolari" queste iniziative, e moltiplicarne le ragioni di esistere (al di là dell'urgente spinta della sicurezza, comunque decisiva anche per creare un circolo economico virtuoso, con le compagnie assicurative).
Perché poi, se le "polizie private" (o le ronde volontarie, molto diffuse nelle esperienze di comunità condominiali fortemente coese americane) di 100.000 borgo ronche s'incazzano??...
ciao

J.A. ha detto...

Mi son lasciato sviare dall'articolo del Corriere e ho associato i 2000 al mq al fatto che un appartamento di 100 mq venisse 2.000.000 di euro... appena appena uno zero in più... Dopo aver sentito certi prezzi che ci sono in centro storico a Conegliano, non mi stupiscono più certi importi... Stanchezza...

Condividi questo post con i tuoi amici!