mercoledì, febbraio 20, 2008

Bravo Veltroni, irresistibile Cossiga

Sembra incredibile, ma sembrerebbe che Veltroni abbia chiuso definitivamente con De Mita. Ovviamente ciò non comporta l'esclusione della cariatide irpina dal parlamento. Ci mancherebbe. Per il Re di Nusco già si profila l'approdo su qualche isolotto dello sconfinato arcipelago democristiano e il posto in parlamento è garantito, ma Uolter, con la sua scelta, sicuramente guadagna diversi punti in classifica.
In vetta alla Hit Parade però, irraggiungibile, c'è quell'incontenibile pazzo che risponde al nome di Francesco Cossiga, che a mezzo stampa si rivolge al vecchio Ciriaco in questi termini:

«Esimio Onorevole, da lunghissimo tempo ormai i nostri rapporti si sono definitivamente deteriorati e si sono non interrotti, ma rotti. Ma Lei rimane pur sempre per me uno dei leader più prestigiosi e intelligenti della Democrazia Cristiana e in essa della Sinistra di Base, anche se pessimo segretario politico e ancor peggiore Ministro e Presidente del consiglio: una versione moderna e democratica del clientelismo meridionale. Lei rimarrà sempre nella storia politica del Paese e in particolare in quella della Democrazia Cristiana». «È ingiusto - aggiunge il presidente emerito della Repubblica - che non la vogliano ricandidare! Non immiserisca però questa Sua figura, La prego - anche a difesa della dignità di tutti noi democratico-cristiani -, insistendo per essere candidato nel Partito Democratico che non La vuole. E, La prego! non scivoli nel patetico e nel ridicolo, dando vita ad una piccola e fasulla lista campana! Caso mai, in cambio, si faccia dare... qualche Asl»

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Per accreditarsi come nuovo dopo 33 anni di politica attiva qualcosa doveva pur fare e tagliare De Mita è il male minore.
Mossa azzeccata sicuramente, non certo fatta per dar vita ad una nuova stagione politica italiana. Semplice calcolo come tutto quello che muove Ualter.
Già Veltroni il buono, il nuovo che avanza, facce nuove, gente nuova come Rutelli candidato sindaco di Roma.
Senza scordare tutto quel che c'è dietro, i nuovissimi D'Alema (che da dell'archeologico a Berlusconi), Prodi, Bindi, Bersani, Chiti, Damiano, Parisi la Turco e Bassolino, quello che non si dimette perchè non ha responsabilità sulla monnezza di Napoli.
Di pietro apparentato.
Mumble, mumble ad occhio e croce, tranne Walter il governo Prodi o sbaglio?...

malatempor@

Miss Welby ha detto...

Conegliano! ci ho vissuto un totale di una decina d'anni... salutamela!

a parte la bella scoperta del tuo blog, venendo al tema, nella sidebar del mio ho messo un piccolo sondaggino elettorale: sei benvenuto a esprimere la tua preferenza.

e fammi un fischio se passi da Londra. se passo io da Conegliano non mancherò di disturbarti! (ci sono altri blog amici da quelle parti?)

poastro ha detto...

Sul fatto se ci siano altri blog amici dalle parti di Conegliano...
senza dubbio ti sei persa il post "blogger di Marca": http://atroce.blogspot.com/2008/01/blogger-di-marca.html

J.A. ha detto...

Prontissimo Poastro!

@Miss Welby: ora passo dal tuo blog (che non conoscevo), per Londra me la segno, vuoi mai che la prossima vacanza faccio un giretto in Gran Bretagna!

ventoaltraverso ha detto...

oi oi, anche se non faccio politica ci sono anch'io a tenere alta la bandiera coneglianese :-D

Condividi questo post con i tuoi amici!