sabato, settembre 19, 2009

Sabato Video: Chi è Tiziano Motti?

Tiziano Motti è uno dei vostri rappresentanti nel Parlamento Europeo.
Presidente di una sedicente associazione per i diritti dei cittadini denominata "Europa dei diritti", sembrerebbe che Motti abbia utilizzato la stessa associazione per costruire una solida struttura pubblicitaria con cui ha potuto sostenere la sua campagna pubblicitaria per le ultime elezioni europee.
Io stesso -come ogni cittadino coneglianese- ricevevo a casa l'organo ufficiale dell'associazione "La Guida dei Diritti" in maniera del tutto gratuita.
There's no free lunch?
Già. E' per questo che servono i comitati d'onore...

Quello che segue è un video pubblicitario (ufficiale, non è una caricatura!) della candidatura di Tiziano Motti.


5 commenti:

Chiara ha detto...

Già, Tiziano Motti è il leader dal 2004 di un'associazione/Movimento denominata "Europa dei Diritti", dei cui 100.000 associati faccio parte anch'io.
Nei primi mesi di quest'anno ha deciso di candidarsi al Parlamento Europeo effettuando una pre-campagna shock in cui invitata i cittadini a votarlo, pur non essendo ancora candidato in nessuna lista. Ha tenuto un'ottantina di "comizi" in discoteca, salendo sul palco e aggraziandosi la simpatia di migliaia di giovani cantando "Albachiara" prima e poi parlando del suo programma. Al mattino era presente nei mercati per parlare, invece, con le donne che si accalcavano per le spesa. Ha investito denaro personale, pare non poco, e ha invaso il Nord-Est con i suoi manifesti PRIVI DI SIMBOLO DI PARTITO, le Tv, le radio, le piazze che ha calcato con un autobus alla Obama.
Il suo modo di fare, da outsider totalmente estraneo al linguaggio "tradizionale" della politica, ha fatto si che i competitor non lo abbiano considerato e alla fine, ottenuto un risicato undicesimo posto in lista nell'UDC, ha vinto su tutti con quasi 19.000 voti, di cui 3.000 di distacco dal secondo classificato: il quotatissimo friulano Prof. Gigli, capolista dello scudo crociato.
Il video pubblicato in questo post non è il video ufficiale della campagna, ma un video ricavato da alcune serate in discoteca. Il brano musicale di fondo è stato dedicato al candidato da un gruppo emiliano di D.J. che lo ha sostenuto in quanto unico candidato al Parlamento Europeo ad essersi rivolto ai giovani, utilizzando il loro linguaggio e frequentando i luoghi in cui i giovani si ritrovano, senza attendere che siano loro a presentarsi a improbabili comizi in piazza. La voce del parlato mezzo/rap a metà del brano, invece, è di Motti.
Motti, prima di cimentarsi nella campagna elettorale, ha avviato un progetto di assistenza a donne in difficoltà per maltrattamenti, che ha permesso la nascita della prima "Casa delle Donne" in cui possono essere ospitate ragazze vittime di stalking, in difficoltà.
Non so se si capisce, ma ho votato Motti.
Chiara

Marcello - Reggio Emilia ha detto...

Se guardiamo attentamente il video azzerando l'audio, che è meglio, noteremo che a parte le discoteche in cui l'On. Motti comunque non ballava ma parlava ai giovani, si vedono alcuni stralci di un comizio in piazza. Io c'ero, in piazza: a Reggio Emilia, assieme ad altre 3.000 persone almeno, come si evince anche dai filmati. L'On. Motti ha fatto un mazzo così alla casta, parlando con un linguaggio moderno, semplice, comprensibile e promettendo lavoro vero a Bruxelles e Strasburgo. Sulla campagna elettorale del neo-eletto, che tra l'altro ha fatto raddoppiare i voti all'UDC, niente da dire. Ora vedremo se mantiene le promesse...

J.A. ha detto...

Perchè sulle mie statistiche di accesso al blog tra le 11.20 e le 11.50 trovo solo un accesso? Mah...

ugofc81 ha detto...

Ehi Joey! non sfottere dicendo "Tiziano Motti è uno dei VOSTRI rappresentanti nel Parlamento Europeo." Lo so che non l'hai votato, anzi che non hai votato affatto, ma rappresenta anche TE, volente o nolente.

viva la democrazia :-|


P.S.
Più informazioni sul blog di Ismaele, che ha fatto una ricerca abbastanza completa.
http://ismaeleblog.blogspot.com/search?q=tiziano+motti

J.A. ha detto...

...già, è un po' come quando il papà dice alla mamma: "vara 'to fiòl, cossa che'l fa!"

Condividi questo post con i tuoi amici!