sabato, gennaio 30, 2010

Sabato Video SPECIAL: Statalizzazione della "cultura"

Edizione speciale di Sabato Video, che questa volta diventa spunto per un dibattito sfociato su Facebook tra me ed un mio amico e riguardante l'opportunità e la legittimità dei finanziamenti statali alla "cultura". In particolare si discuteva del Fondo Unico dello Spettacolo (FUS).
Di seguito riporto l'intera conversazione svoltasi su Facebook, come da tradizione di questo blog, a puntate.






1) IMHO quella che avrete modo di leggere è un tipico esempio di BE.VI.-CO.OC. (Benefici Visibili - Costi Occulti). Quel meccanismo per cui si è portati a sovrastimare gli effetti positivi dei privilegi che lo Stato concede alla categoria a cui si appartiene, solitamente considerandoli insufficienti allo scopo e a sottovalutare i costi che questo sistema comporta (costi che spesso sono incalcolabili, sia per la complessità del sistema fiscale che per l' "immunità" dello Stato da ogni logica concorrenziale. 


AG: Ti devi vergognare Brunetta, ti devi VERGOGNARE!
Devi tornare a STUDIARE, perché sei ignorante come una capra.


Se il teatro si adeguasse al mercato i biglietti, scontati, costerebbero 150€


CAPRA! CAPRA! CAPRA!






I Teatri di Vita hanno ovviamente risposto:
BIGLIETTO BRUNETTA: euro 66
acquistabile dai sostenitori dell'attuale governo che vorrebbe eliminare il Fondo Unico dello Spettacolo, senza il quale il costo procapite di ciascun evento sarebbe corrispondente al prezzo indicato calcolato sulla massima affluenza di paganti possibile per ciascun evento







JA: Mah. Io sottoscriverei in toto ciò che ha detto qui Brunetta, fosse per me abolirei totalmente il Fus (e non solo quello); se non fosse che Brunetta & C., sembra che affermi ciò che la platea del momento vuole sentirsi dire, salvo poi astenersi dall'agire in maniera coerente. Si veda i finanziamenti a quella merda di RaiFiction (nonchè la stessa esistenza di una Tv di Stato) che PdL e Lega continuano ad erogare.

Mercato significa che Tizio non può essere obbligato a pagare per un servizio di cui gode Caio. Vuoi vederti lo spettacolo teatrale? Paghi il tuo biglietto, senza pretendere che qualcun altro lo paghi per te!







Continua...

sabato, gennaio 02, 2010

Sabato Video: Grande Raccordo Anulare

Ovvero: Corrado Guzzanti/Antonello Venditti e l'unica ragione perchè invidio i romani...


Condividi questo post con i tuoi amici!