venerdì, febbraio 12, 2010

Fermatelo!

...di recente ho firmato il decreto che impegna a favore dell’Unire la somma di 150 milioni di euro per il finanziamento del monte premi delle corse...(fonte)
Visto che avevamo parlato della statalizzazione del gioco d'azzardo, mi sembra opportuno segnalare questo estratto dal sito del Ministero dell'Agricoltura, in cui Luca Zaia, conferma ancora una volta la sua visione statalista del mondo.
Tradotto: ci hanno rubato oltre 2,5 euro a testa, per ogni italiano, soldi delle nostre tasse frutto del nostro lavoro e li hanno puntati alle corse dei cavalli. Ah, ovviamente l'ipotesi che la puntata risulti vincente non è contemplata...

3 commenti:

ugofc81 ha detto...

Beh, dài, nel giro di un mese e mezzo se tutto va secondo i piani non dovrebbe essere più ministro e non ruberà più i soldi dalle tasche di noi italiani.
Li ruberà dalle tasche di noi veneti.
(Gasp!)

Musik ha detto...

Credo che con tutto lo sfascio della sinistra, non ho ricordi di una schifezza come "Mac Italy". Ma son certo che tu hai più memoria di me. Prendila come una sfida ;)

J.A. ha detto...

Luca Zaia purtroppo si è costruito un solidissimo consenso fatto di intenso presenzialismo, intelligente marketing politico e -va riconosciuto- un'impegno nella realizzazione degli obiettivi politici e amministrativi decisamente sopra la media. Io stesso lo ritenevo un ottimo amministratore e potenzialmente un buon politico. Però fino a quando si trattava di realizzare rotatorie e manutentare le strade, cioè quando il problema non è decidere cosa fare ma solo trovare il modo più efficiente per farlo tutto ok, quando invece si è trattato di fare scelte politiche che presuppongono la scelta di una scala di "valori", ecco la delusione: si scopre uno Zaia che è un concentrato di collettivismo, autarchia, statalismo e bassa demagogia.

Il MacItaly, l'ho provato, non è male come panino...scherzi a parte, ho capito cosa intendi e sinceramente faccio fatica a trovare qualcosa di più contraddittorio. Da una parte si vuole difendere le tipicità, le qualità delle piccole produzioni, si innesca addirittura una assurda battaglia ideologica contro gli OGM, poi contemporaneamente si sponsorizza con un patrocinio del Ministero lo sposalizio tra un panino hamburger da grande distribuzione venduto a 4 euro con questi prodotti "dop"...

Condividi questo post con i tuoi amici!