giovedì, agosto 12, 2010

Quant'è potente la "lobby degli OGM"?



Un grafico che non apporta assolutamente nulla al dibattito sugli OGM, ma almeno dovrebbe tappare un po' la bocca a quelli che "le potenti multinazionali dell'OGM..."

2 commenti:

giacomo ha detto...

Il grafico è d'effetto, ma ingannevole.
Non conta niente l'entità dei ricavi, quello che conta è l'entità degli utili (profitti).
Mercati e organizzazioni aziendali diversi comportano margini diversi, ed è coi margini che compri e investi (o dai dividendi), non certo coi ricavi.
Ce li hai gli utili? Sarebbe interessante poter calcolare gli indici di redditività , vedendo se è più redditizio il modello di business di Monsanto o quello di Coop.

J.A. ha detto...

Qualsiasi confronto tra le due società sarebbe improponibile, non c'entrano nulla l'una con l'altra. Il grafico vuol essere solo una banale risposta ad un'obiezione idiota, ma diffusissima, di tipico stampo cospirazionista, per cui dove ci sono di mezzo le "potenti" multinazionali queste con il loro enorme potere economico controllano i mercati e l'opinione pubblica.
Se vogliamo stimare quindi questo "potere", mi sembra che i dati più significativi di un singolo anno siano proprio fatturato e numero di dipendenti. (Tante multinazionali potrebbero non fare utili da diversi anni, ma non per questo il loro "potere" economico è zero).

Condividi questo post con i tuoi amici!