martedì, giugno 14, 2011

Già orientati al prossimo obiettivo

Il futuro è incerto. Posticipare il godimento di un bene è un sacrificio.
Una conseguenza di queste due banali osservazioni è che: 

Investire la ricchezza che si avrà, costa di più di investire la ricchezza che si ha già.
Sembra un'ovvietà, eppure il popolo italiano, attraverso il secondo quesito referendario, il più votato e approvato dei quattro, ha stabilito che questa legge economica, non deve valere nella fornitura di determinati servizi statali. Ha decretato che NON SI PUO' remunerare il capitale investito nella realizzazione di infrastrutture pubbliche locali. Ci dà fastidio che sussista un costo di reperimento dei capitali? Che problema c'è? Lo aboliamo per legge. Oh, se solo tutti fossero più buoni! Potremmo emanare una legge che abolisce la fame nel mondo!

Già pronta, comunque, la nuova tornata referendaria:
Ogni anno nei cantieri edili muoiono centinaia di operai vittime di incidenti sul lavoro. Perlopiù cadute da ponteggi e strutture in altezza. Un team di esperti ha stimato che l'abolizione della forza di gravità nei cantieri edili, salverebbe la vita del 97% delle vittime.
AIUTACI A RACCOGLIERE LE FIRME E FIN DA SUBITO PUBBLICIZZARE TRA I TUOI AMICI E CONOSCENTI IL SI' AL PROSSIMO REFERENDUM PER L'ABROGAZIONE DELLA FORZA DI GRAVITA' NEI CANTIERI EDILI!

Nessun commento:

Condividi questo post con i tuoi amici!