venerdì, giugno 17, 2011

Quanto gli italiani hanno ascoltato i partiti al referendum?

Quale sarebbe stato l'esito del referendum se gli elettori avessero seguito pedissequamente le indicazioni di voto del "loro" partito?

Per rispondere a questa domanda ho considerato come "elettorato attivo", ossia gli elettori potenzialmente predisposti a votare il referendum, l'80% degli aventi diritto, che è l'affluenza delle ultime elezioni politiche (2008). Assumendo questo valore si ipotizza che il partito del "non voto" parta con un vantaggio di 20 punti percentuali derivanti da elettori "non propri". L'80% di "elettori predisposti al voto" sono considerati sostenitori dei vari partiti sulla base della media dei sondaggi di Notapolitica.it della settimana immediatamente precedente al voto referendario. In base alle indicazioni di voto dei vari partiti e al loro relativo peso stimato dal sondaggio, si è ripartito quindi l'80% degli elettori predisposti ed ecco il grafico. 
Pubblicherei anche tutte le tabelle Excel, ma sul blog è un po' complicato...si accettano suggerimenti!

Nessun commento:

Condividi questo post con i tuoi amici!