martedì, agosto 23, 2011

L'ennesima impresa di Michele Borghetti

Interrompo la pausa estiva del blog per rendere partecipi i lettori dello svolgimento in corso in queste ore a Cleveland di un match di Dama dal sapore di leggenda. Credo di non esagerare definendo ciò che il Gran Maestro Michele Borghetti - e chi se no? - sta compiendo come una delle più grande imprese sportive di tutti i tempi. Capita che il damista italiano più forte della storia, un uomo capace di giocare 23 partite bendato contro altrettanti sfidanti "vedenti" conseguendo 17 vittorie e 6 pareggi, decida un giorno di cimentarsi nella versione anglosassone del gioco, il "Checkers" americano. A differenza della dama italiana, la dama inglese si gioca con la damiera girata di 90°, c'è libertà di scelta in caso di diverse possibilità di presa (non si è obbligati a mangiare dove si mangia di più) e soprattutto anche le pedine possono mangiare le dame che quindi sono molto meno potenti.
Dopo alcuni tornei sperimentali di questa specialità svoltisi tra pochi appassionati nel nostro paese Michele Borghetti ha all'inizio di quest'anno per la prima volta rappresentato l'Italia alle selezioni per il titolo mondiale di dama inglese, organizzato dalla Federazione Americana. Più o meno a quanto accade con la boxe, anche in questo caso vi è un campione in carica da battere e un torneo che seleziona lo sfidante ufficiale che gli contende il titolo in uno specifico incontro. Da qualche anno a questa parte la disfida è un affare privato tra il Gran Maestro delle Barbados Ron King e il russo naturalizzato americano Alex Moiseyev, con la puntuale riconferma di quest'ultimo. Sembrava che anche quest'anno alle selezioni svoltesi a Dublino dovesse ripetersi lo stesso copione, con un Ron King che domina il torneo fin dalle prime battute e conducendo con due lunghezze sul secondo ad un turno dal termine (andata + ritorno) si apprestava a volare in America per l'ennesima rivincita con l'avversario di sempre Moiseyev.
Ma quest'anno il tallonatore risponde al nome di Michele Borghetti. Un debuttante molto particolare nella versione inglese, un alieno inarrivabile nel gioco italiano. Ultimo turno: doppia vittoria di Borghetti contro un pareggio di King. Il "Re" raggiunto e superato per quoziente (somma dei punteggi degli avversari affrontati nel torneo), Michele Borghetti, al primo tentativo, diventa il primo non-anglosassone ad arrivare a contendere il titolo mondiale allo sfidante di dama  inglese. 
Il Match ha avuto inizio il giorno 13 agosto a Cleveland (Ohio) e si gioca al meglio delle 40 partite, in caso di patta il titolo rimane nelle mani del detentore.
E siamo ad oggi: dopo 25 partite il match sembrava concluso con Moyseiev che portava a 3 lunghezze il suo vantaggio (7 a 4, le rimanenti pari). Ma Borghetti è nato per stupire e nel giro di nemmeno 10 incontri si riporta sotto e conquista due vittorie senza subire più alcuna sconfitta. Nel momento in cui scrivo si sta quindi giocando la 39esima e penultima partita del match: il risultato complessivo è di 7-6 (e 25 pareggi). Pare che i due giocatori stiano proseguendo il loro gioco verso un'altra patta e che quindi Alex Moyseiev si stia confermando ancora Campione del Mondo.
Rimane la storica impresa di un damista che alla prima occasione, nel giro di qualche decina di partita infligge al campione mondiale della specialità un numero di sconfitte (6) superiore a quelle che quest'ultimo ha subìto negli ultimi anni di carriera. Straordinario Borghetti.

DIRETTA - LIVE


Streaming by Ustream

martedì, agosto 02, 2011

Chiuso per (bisogno di) ferie

Riapro quando ho voglia.
Se state in ansia potete passare di qui ogni giorno a controllare se ho scritto qualcosa o abbonarvi al feed.

Condividi questo post con i tuoi amici!